domenica 3 febbraio 2008

CASSANDRA' S DREAM- SOGNI E DELITTI

E così mi ci ritrovo di nuovo.
A pubblicare una recensione ad un' ora in cui vorrei essere già a letto (mi son già addormentato sul tavolo), lasciando poco spazio al precedente "Factory girl" (di cui comunque lascio il template in bella vista, sperando che qualcuno se ne ricordi) per parlare di una pellicola che non dovevo neanche vedere.



Non è che io ce l’abbia con Woody Allen.
Non mi ha fatto nulla di male.
E come al solito sarò sincero con voi: mi mancano molti dei suoi capolavori passati nel curriculum.
Forse questo fa di me un cattivo cinefilo, un cattivo predicatore nel deserto, un cattivo spettatore di Woody.
Eppure credo di essere in questo modo anche leggermente più obiettivo di tante persone che entrano in sala considerando Allen un genio.
Sia chiaro: non lo dico per vantarmi (non c’è nulla da vantarsi se non conosco la sua opera maggiore) ne per criticare qualcuno; io stesso con altri autori faccio la stessa cosa, ricerco spunti geniali anche all’ interno di pellicole meno riuscite.
Pellicole meno riuscite che comunque non ammetterò mai di essere brutte.
Sono meno riuscite, tutto qui.
“Sogni e delitti”, o come meglio preferiranno chiamarlo quei battaglieri di Chimi e Para (andatevi a vedere la loro nuova battaglia contro la distribuzione) “Cassandra’s Dream”, è una pellicola meno riuscita.
Pur essendo fin troppo oggettivo, fin troppo distaccato direi, quasi contro al Woody di questi ultimi anni non riesco a dire che il film in questione è un brutto film.
Non lo è.
Nemmeno per me.
O almeno non totalmente.
È semplicemente un po’ come dire: scivoloso.
Capiamoci: io tra un anno non ricorderò neanche più di cosa parla “Sogni e delitti”.
Mi ricorderò di Colin Farrell nel ruolo nevrotico ansioso da Woody, mi ricorderò del neo sulla fronte di Ewan Mc Gregor inquadrato talmente tante volte in primo piano da far venir la nausea, mi ricorderò forse della bella fidanzatina di Ian (Mc Gregor) e dell’ insopportabile doppiatrice italiana di Kate (la donna di Terry, Farrell).
Le pur belle musiche di Philip Glass pian piano stanno già scomparendo mentre la regia di Woody che continua a girare letteralmente intorno ai suoi protagonisti con la camera è già un quasi ricordo.
Ricorderò forse meno piacevolmente (ma lo ricorderò, le cose spiacevoli si ricordano più facilmente) quel tocco di teatrale, di finzione, di estrema plasticosità che permea tutta la pellicola.
E non intendo plasticosità come bruttezza ma proprio come falsità, come involucro esterno che ricopre tutto e tutti.
Dalle ambientazioni alla regia di Allen alle interpretazioni dei protagonisti che seppur bravi (in particolare Farrell mostra finalmente qualcosa che non siano i muscoli o i baffi) sembrano sempre troppo calcolati, troppo studiati.
Persino quei tic, quei movimenti di sopracciglia (ma quanto sono grandi?) di Colin, gli sguardi di Mc Gregor che si vorrebbero più naturali sembrano troppo imposti.
La storia non sto nemmeno a raccontarvela perché sinceramente di perdere tempo a scrivere di cose che potete leggere ovunque non mi sembra il caso, soprattutto per pellicole come queste di cui potete trovare un sunto persino sui giornalini che danno al supermercato.
“Sogni e delitti” lascia poco o niente.
Sta a voi scegliere: a mio parere 6, 50 euro per pellicole come questa sono soldi persi in scommesse.
Uno ci prova ogni tanto ma sa già che al 90% gli andrà a buca.
E quindi perché uscirsene delusi o arrabbiati dal cinema pensando a quante volte mi ero detto di non andarlo a vedere, di aspettarlo in dvd, di non meritarmi una seconda fila sotto lo schermo?
Perché uscirsene delusi se già si sapeva che non ci sarebbe stato molto?
Semplicemente perché vorrei che Woody la smettesse di produrre una pellicola all’ anno anche quando le idee sono sottozero.
Forse è per curare le sue mille nevrosi, forse è per i soldi (non credo), forse è perché lui crede siano comunque buoni film.
Sta di fatto che io tra un anno mi vedo già a ripensare al dubbio se andare a vedere il nuovo film di Allen ambientato a Barcellona.
“Den andiamo a vedere il nuovo film di Allen?”
“Aspetta c’era un motivo per cui non volevo vederlo, com’ era quel “Sogni e delitti” dell’anno scorso? Non me lo ricordo molto bene… c’ era Mc Gregor con lo sguardo di ghiaccio e poi? Ah ma c’è la Johansson in quello nuovo? Bene bene, divertitevi pure che io vado a vedermi il nuovo Scott, sulla locandina c’è scritto “Epico ai livelli di “Apocalypse Now”!”
REGIA: Woody Allen
ANNO: 2008
GENERE: Drammatico, Thriller (?!?)
VOTO: 5
QUANTO MI PIACE NON VEDERE LA JOHANSSON: 10
CONSIGLIATO A CHI: Ama Woody Allen e pochi altri

33 commenti:

Mr. Hamlin ha detto...

Io sono uno di quelli che considera Allen un genio (difficile pensarla diversamente quando ci si è goduti la sua opera omnia), ma nonostante ciò in questo caso la penso come te praticamente su tutto. Tranne forse il voto, per me alla sufficienza comunque c'arriva. Anch'io ho avuto la sensazione di un film girato per mantenere la media di uno all'anno, una pellicola fredda, impersonale, poco sentita e che nulla aggiunge alla sua filmografia. Peccato, davvero peccato. Ora vado a mia volta a buttar giù i miei quattro pensieri. Però "Match point" devi rivederlo, è un gran film quello! :-)

Deneil ha detto...

eh lo so..guarda quando anch'io quando vedrò quelli che sono considerati i suoi capolavori sono già sicuro di rientrare tra quelli che lo adoreranno...non lo so perchè ma ne son davvero sicuro!
sono stato indeciso se dargli la sufficienza..alla fine ho deciso di no proprio per il nome che porta, so che potrebbe anche sembrare ingiusto eppure anche non conoscendolo uno si aspetta di più da allen.la sufficienza (6, non di più) comunque ci potrebbe anche stare.per ora viaggiamo davvero sullo stesso binario!mi rivedrò match point, ormai da come ne parlate penso di aver visto un altro film!

Weltall ha detto...

Anche io devo approfondire (moooolto) la conoscenza della filmografia di Allen, però devo dire che MAtch Point e Scoop mi sono piaciuti parecchio.
Quindi credo che questo Cassandra's Dream lo vedrò...magari non al cinema. Da quel che leggo qui è meglio aspettare il dvd ^__*

Deneil ha detto...

scoop non l'ho visto mentre su match point per ora preferisco non espormi oltre..lo devo rivedere.
secondo me un film del genere non merita il cinema ma ci sono anche opinioni contrarie..honeyboy ad esempio la pensa diversamente..ma lui la pensa sempre diversamente da me!:-)

Mr. Hamlin ha detto...

Come ho scritto da me, tanto Match point che Scoop non sfigurano nei rispettivi generi (anzi, per Match point possiamo parlare di ottimo film), mentre in questo caso... ho avuto la sgradevole impressione di vedere un bignami del suo cinema più recente. Alla fine gli ho dato un 6,5 perché comunque alcuni dialoghi sono ben scritti, la regia è funzionale, musiche e fotografia eccellenti. Ma manca il resto. Comunque recupera il "vecchio" Allen, ne vale davvero la pena.

Mthemanager ha detto...

Quella del neo (che per quanto risaltava sarebbe quasi meglio dir neon) di Mc Gregor è mia, maledetto bastinchio!
Comunque l'ho trovato decisamente freddo, soprattutto rispetto ai pochi altri di Allen che ho visto. Forse Allen da il meglio di se quando oltr a esserci dietro è pure davanti alla macchina da presa.

alicesu ha detto...

Allen, come sai, mi piace. Ma tanti film (tipo Melinda e melinda, per dire, se si chiamava così, poi) non li ho amati.
o anche quello che definisco il capolavoro Harry a pezzi: a me è piaciuto, ma ci sono molti altri film suoi, migliori. Io e Annie, per esempio, manhattan o misterioso omicidio a manhattan.
Certo umorismo antico di Allen non mi fa ridere.
Però io amo Allen, in tutte le sue sfumature. Pure nelle boiate (perchè il dormiglione a me non fa ridere, ma che vuol dire?)

Semmai la cosa sconvolgente è che hai dato un voto più alto a Io sono leggenda: mi han raccontato la cazzata di Will Smith che si fa esplondere e volevo vomitare...

filippo ha detto...

mmmmh...questo non so ancora se vederlo o no, mi sa che lo aspetto in dvd.
Perchè mi aspeto esattamente quello che hai scritto e perchè ho ancora tanti titoli da recuperare.

Deneil ha detto...

@mr hamlin:lo recupero giuro!mi sento una cacca a non aver visto certe cose!sui dialoghi ho dei dubbi...mi sembravano sempre troppo...calcolati!so che è una caratteristica di allen eppure bo..in certi frangenti erano totalmente innaturali!musiche molto buone quello si!e anche la fotografia!
@M::-b
Freddo è un altro aggettivo adatto per un film così!
@Alicesu:come detto devo recuperare molto di allen.
Il fatto dei voti è una cosa strana..io confronto solo con film dello stesso genere..un film come questo non provo neanche a confrontarlo con io sono leggenda..non ne sono capace!e non voglio!
certo l'episodio che racconti fa ridere ma rimango sul mio 5 a sogni e delitti..non mi muovo!
@filippo:ecco da vedere in dvd può anche andare bene!

Mario Scafidi ha detto...

non sei un cattivo predicatore prchè disconosci gran parte della filmografia di woody allen: è talmente vasta che si hanno serie difficoltà a recuperare tutti i titoli. io amo molto allen, quello delle commedie più spicciole e commerciali ("la maledizione dello scorpione di giada", "pallottole su broadway", "la dea dell'amore"), ma anche dell'inedito autore del bellissimo "match point", oltre che del creatore dei classici di tutti i tempi come "manhattan", "io e annie" e "hannah e le sue sorelle". riconosco, però, che allen o si odia o si ama. e chi lo ama può anche odiarlo in qualcuna delle sue performance ("anything else" è per me pessimo), ma chi non lo ama difficilmente può ricredersi. non ho visto "sogni e delitti", non mi aspetto molto dalle sopracciglia folte come peli pubici di colin farrell, nè dal neo ributtante de mcgregor. però lo vedrò al più presto, forse stasera. tu sarai il primo ad avere il mio punto di vista.

chimy ha detto...

Questo l'avrei perso comunque... quindi le opinioni negative non me lo fanno rimpiangere più di tanto.

Un saluto

Mr. Hamlin ha detto...

In effetti la costruzione (che traspare) è un po' fastidiosa. Ma comunque mi riferivo all'arguzia verbale di certi passaggi. Sarà che sono malato (allenite), ma come scrive certe cose lui... :-)

Tommaso de Brabant ha detto...

A me sembra ci sia scritto "Epico ai livelli de Il padrino", che se permetti è più sensato...
Bye!
Tommaso

Mario Scafidi ha detto...

bel film. pi è piaciuto.

Deneil ha detto...

@mario:questo punto di vista è molto interessante anche se io spero di ricredermi guardando qualcuna delle sue pellicole storiche!ora vengo a leggere di la cosa hai scritto delle "sopracciglia folte come peli pubici" di farrell ma già quel "mi è piaciuto" mi fa capire il tuo amore per allen!
@chimy:eri tu o para che non voleva vederlo per i casini della distribuzione?
@mr hamlin:comprendo davvero il tuo punto di vista e forse i suoi dialoghi (sempre molto costruiti, molto articolati) è uno degli elementi di cui parla mario per cui allen potrebbe non piacere..ma ripeto..devo approfondire!
@tommaso:sisi lo so!è che pensavo a una futura locandina di scott con qualche richiamo improbabile!

Anonimo ha detto...

Buuuuuuh!! Stavolta non ci sto!!! E non perchè sono un'alleniana convinta e provo per il regista un'innata e forse innaturale passione, ma proprio perchè l'ho trovato davvero molto ma molto ben fatto, al di là del nome del regista, che per me è sempre garanzia.

P.S: Ma tutti sti commenti sul neo ributtante (?) di McGregor, non sarà mica invidia maschile? :P
Ale55andra

Frank ha detto...

Grande deneil, come sempre recensioni schiette e divertenti. Io faccio parte degli adepti di Allen ma sono abbastanza d'accordo con te, al di la della sensazione di "costruito" che è un marchio di fabbrica di Allen che però a me non dispiace anzi mi fa molto "spettacolo teatrale di ottima fattura", vedasi match point che ho adorato, questo ultmo derivato di crimini e misfatti l'ho trovato sinceramente poco credibile nei personaggi e nelle loro scelte per coinvolgere appieno, e così rimane freddo e anche un po' noiosetto qua e la, sebbene ritengo che la classe del regista newyorkese non fatichi mai ad emergere neanche in questi suoi film "minori", citando Mr Hamlin

Elisaday ha detto...

Woody Allen è un grande regista e adoro gran parte della sua filmografia ma più di una volta ha fatto degli scivoloni. Questo non è un brutto film ma non è nemmeno un'opera pienamente riuscita, anni luce lontana per intensità da "Match point"

Tommaso ha detto...

Almeno stavolta non c'è scritto "Dal regista de Il gladiatore"!!!!!!!!!!!!!!
Bye!

Tommaso ha detto...

Quello sopra sono io, quello di outofthevortex.splinder.com

Deneil ha detto...

@ale55andra:eheh sapevo che non ti avrebbe convinta la mia visione...però secondo me sei troppo alleniana!!!:-))))
il neo ributtante di mc gregor è inguardabile daiiiiii!
@grazie frank, troppo gentile!
ecco l'hai detto..mi sa di spettacolo teatrale!anche le recitazioni sono da spettacolo teatrale..il che sia chiaro non è un difetto è solo che bisognerebbe abituarcisi!e comunque al di la di quello come dici anche tu ci sono altre cose che davvero non convincono!
@elisaday:il ritmo di un film all'anno fa per forza scivolare allen..infatti continuo ad avere forti dubbi su questa sua prolificità che molte volte si rivela dannosa.
@tommaso:quello è vero..era da il gladiatore che in ogni suo film compariva la scrittina!persino in "un ottima annata" mi pare..che non centrava assolutamente nulla!

Captain Howdy ha detto...

Io amo Allen ma odio Farrell e McGregor percio' sono indeciso se vederlo o no...

Luciano ha detto...

Non ti è piaciuto (però non gli hai dato un votaccio, ma un 5 che a scuola si rimedia bene). Lo devo ancora vedere e magari ne riparleremo. A presto. :)

chimy ha detto...

Questo film ero io... per la vergogna De Laurentiis alla Mostra di Venezia... ce l'ho ancora sul groppone...

Lilith ha detto...

Mmmmm... anche io adoro Allen. Vedrò il film, e credo che inevitabilmente lo troverò almeo interessante. Credo che queste piccole distorsioni siano il motivo per cui un buon cinefilo dovrebbe sempre leggere tutte le recensioni che gli capitano in mano, poi fottersene e vedersi il film. :) Oggi la nottambula sono io, comunque.

Deneil ha detto...

@captain:secondo me al massimo merita una visione in dvd..ma gli amanti di allen gli hanno comunque riconosciuto la sufficienza (a parte qualche eccezione non si va oltre la sufficienza)..secondo me farrell non se la cava male in questa occasione..anzi!forse è la prima volta che recita davvero!
@luciano:be certo..meno di 5 lo do solo a schifezze improponibili..questo comunque si guarda abbastanza piacevolmente anche se non lascia molto!
@chimi:immagino!
@lilith:effettivamente di solito sono io che lascio commenti improbabili a quell'ora..comunque se sei un alleniana vedilo..alla fine tutti gli alleniani gli han dato la sufficienza..non molto di più ma la sufficienza si!in effetti quella cosa di leggere e poi fottersene è una cosa che cedo facciamo un po tutti..giustamente!

alicesu ha detto...

deneil: eh, sui voti hai ragione tu, in fondo. Però c'è da dire che quando ho visto che La passione di cristo ha avuto uno e mezzo da morandini e natale in india due, ho capito della sua incompetenza...

Deneil ha detto...

eh ma ne la passione di cristo c'è il sangue!c'è la violenza!prova a guardar bene e vedrai che ogni film leggermente troppo violento o fuori dalla norma che non sia riconosciuto come un classico (come taxi driver) è sempre criticato da morandini-bigotto!

Trinity ha detto...

ammazza... 5?? Di tutto quello che hai scritto posso darti ragione solo sul fatto che il neo sulla fronte di McGregor fa un po' senso...
Per il resto a me è sembrato quasi perfetto!

Deneil ha detto...

sisi 5 pieno ma non di più!!!!eh lo so che a te è piaciuto ma tutti questi alleniani sono difficili da domare..me ne sono reso conto!

alicesu ha detto...

deneil: morandini non guarda i film. Ed ormai ho la certezza assoluta. Ho letto delle cazzate così terribili, ultimamente, che o Morandini ha dei problemi di comprensione o non guarda i film.

Deneil ha detto...

io direi un mescolone tra i due..non guarda i film e non comprende quello che non vede!

Angelica S. ha detto...

nn c'è storia...Allen,quello "buono" è STORIA...Vicky,, Cristina e bla bla bla è commerciale...bei tempi quelli di Io e Annie.